RASSEGNA STAMPA DEGLI EVENTI A CUI ABBIAMO PARTECIPATO O DEGLI ARTICOLI CHE PARLANO DELLE NOSTRE INIZIATIVE

 

Articolo di Mattia Giovanardi. Fonte: www.vivomodena.it
In questi giorni ha preso il via un’iniziativa molto bella in favore delle popolazioni bersagliate dal terremoto. Un gruppo di volontari sta portando avanti il progetto “Mattoni a fumetti per i terremotati”. Alla Festa dell’Unità di Ponte Alto presso l’Osteria della Solidarietà (rist. N 23) sarà possibile acquistare un mattone decorato al prezzo di 50 euro. L’intera somma sarà devoluta alle popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma. L’iniziativa è nata circa quattro anni fa all’indomani del terremoto che ha devastato alcune zone dell’Emilia. L’idea su cui si fonda il progetto è quella di unire qualità quali la bellezza, la bontà e l’onestà per sostenere persone bisognose di aiuto. Anche un grande artista come Francesco Guccini ha voluto aderire a “Mattoni a fumetti per i terremotati”. Tutti coloro che acquisteranno un mattone alla festa Pd a Modena potranno ritirarlo autografato da Guccini dopo il 15 settembre. Il ritiro potrà avvenire presso l’osteria, in alternativa l’oggetto sarà spedito comodamente a casa senza sovrapprezzo e senza spese di spedizione. Sul sito mattoniproterremoto.com sarà documentato nel modo più trasparente possibile il luogo e le persone destinatarie dei proventi delle vendite. La Festa dell’Unità non è l’unico luogo dove poter aderire all’iniziativa e acquistare i prodotti. Il sito offre un catalogo molto aggiornato sui mattoni disponibili, venduti e new entry.

Intervista su Fumo di China (Marzo 2016)

I mattoni su "La Provincia di Varese"

Da maggio 2015 il circuito delle biblioteche di Varese, che comprende 41 biblioteche sparse per tutta la provincia, collabora con l'iniziativa dei mattoni a fumetti esponendo i mattoni e raccogliendo quelli prodotti dai talentuosi autori del luogo. In meno di un anno il loro prezioso contributo ha contribuito ad espandere la nostra piccola iniziativa ben oltre i confini regionali. Riportiamo qui un articolo apparso su "La Provincia di Varese" nel febbraio 2016.

Qui di seguito trovate l'articolo pubblicato sulla rivista Lanciostory n. 23 datata 15/06/15 (ma già in edicola):



------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Articolo tratto dalla rivista Walhalla (Associazione ComixCommunity) n. 13 dell'aprile 2015):

MATTONI A FUMETTI PER I TERREMOTATI DELL'EMILIA.

INTERVISTA A MASSIMO BONFATTI


Centinaia e centinaia di veri e propri mattoni sono stati dipinti e disegnati da famosi autori e fumettisti e poi venduti online o nelle fiere. Il ricavato viene interamente donato a favore dell'Emilia colpita dal sisma del 2012. Il fumettista Massimo Bonfatti ci racconta l'iniziativa, "Mattoni a fumetti per i terremotati dell'Emilia".


"Tutto quello che guadagniamo viene scrupolosamente resocontato sul sito e poi va in donazioni per le scuole terremotate". Così Massimo Bonfatti, uno dei più grandi fumettisti italiani che ha disegnato per anni i fumetti di Cattivik, Girovaghi e Leo Pulp, sintetizza l'iniziativa "Mattoni a fumetti per i terremotati dell'Emilia"[http://mattoniproterremoto.jimdo.com/] con cui, dal 2012, si stanno raccogliendo fondi per sostenere la ricostruzione.

Abbiamo incontrato Massimo allaFiera del Libro per Ragazzidi Bologna 2015 insieme ai “mattonari” Lorenzo “Bartolone”, Otello Roscioni, Enzo Balsamo e Sabrina Vandelli con le figlie Martina e Gretanello stand dove venivano esposti e creati i "mattoni d'autore" e ci siamo fatti raccontare questa bella iniziativa di solidarietà.


Massimo, com'è iniziata l’ avventura dei “mattoni a fumetti per i terremotati dell’Emilia”?

Il progetto è nato a fine maggio del 2012 assieme alla ComixComunity; eravamo a Modena in fase organizzativa del Bonvi Parken, un'iniziativa in onore del creatore di Sturmtruppen, quando all’improvviso ci sono state le prime scosse del terremoto che poi si è rivelato devastante, soprattutto nella bassa modenese e reggiana ma anche oltre. Claudio Sacchi, l’allora presidente della CXC volle subito fare qualcosa a favore delle vittime del sisma e per connotare l'iniziativa di un valore anche simbolico pensammo di far disegnare su mattoni veri, idea concreta della fatica del “costruire su macerie” (come canta il nostro amico Guccini ne “L’Avvelenata”). Lo sceneggiatore Davide Barzi, che stava tra l’altro scrivendo i primi episodi della versione a fumetti ufficiale di Peppone e Don Camillo, ci ha suggerito di usare questi personaggi per simboleggiare lo spirito combattivo ma solidale delle popolazioni emiliane. Abbiamo chiesto il permesso ad Alberto e Carlotta Guareschi che da allora ci sostengono e incoraggiano con grande simpatia. Nei primi raduni fumettistici, al Bonvi Parken e al museo WOW di Milano o a Mantova come a Riminicomics gli autori hanno disegnato i primi mattoni e noi abbiamo cominciato a venderli, aprendo anche un sito internet per l’acquisto, i commenti e le gallerie fotografiche dei vari eventi. Ovunque siamo andati abbiamo ricevuto riscontri positivi e non c’è autore che si rifiuti di disegnarne uno, o organizzatore che ci neghi un banco o uno stand in una manifestazione o fiera.


Chi vi ha sostenuto in questo bel progetto?

A fine 2013 la ComixComunity dopo numerose iniziative ci ha passato il testimone che ora stiamo portando avanti con rinnovato entusiasmo. Ci siamo riorganizzati, non senza grandi difficoltà, con nuovi volontari, in gamba e pieni di passione. Inoltre, la più grande fumetteria di Bologna, Alessandro Distribuzioni è uno dei più grandi sostenitori dell’iniziativa. Marina Chiossi è infatti originaria di uno dei paesi terremotati, San Felice, e si è offerta di spedire a sue spese tutti i mattoni che vengono venduti online. Un altro grosso aiuto è arrivato da Francesco Guccini, amante di fumetti e dell'Emilia, che ha accettato di fare da testimonial ufficiale all'iniziativa. Grazie a questi appoggi noi contiamo di avviarci verso la fase finale dell'avventurae siamo contenti di aver superato molte difficoltà e momenti di sconforto.

Adesso vogliamo finire in bellezza, lasciando più donazioni possibili e una traccia che duri nel tempo, qualcosa di semplice ma bello e significativo!


Come sarà questo EVENTO CONCLUSIVO?

Stiamo cercando un Comune all'interno del cratere sismico nel quale costruire una struttura in muratura che rimanga nel tempo. Il bravo ludologo Roberto Papetti e lo studio PaNico Design hanno progettato una pista di biglie di 30-40 metri da rivestire con piastrelle in ceramica raffiguranti tutti i mattoni realizzati (finora circa 600) realizzate grazie al contributo ceramica artistica di Sassuolo "Forme 2000", e della “Marmografica” di Modena per i cementi speciali. Abbiamo anche chi ci regalerà e impianterà alberi da frutto “dimenticati” nell’area della costruzione. La struttura diventerà un monumento alla solidarietà e alla creatività; un'opera d'arte collettiva bella e divertente in cui possano giocare, adulti e bambini in tornei di biglie o feste del fumetto. L’impianto, costruito a costo zero per il Comune, probabilmente sarà inaugurato in occasione dell’anniversario del sisma il prossimo anno 2016 con una bella festa tra gli autori dei mattoni: fumettisti, artisti, musicisti e chiunque ci avrà aiutato. Doneremo il ricavato delle vendite a scuole del posto e ringrazieremo chi ci ha dato un aiuto sostanziale con un “mattone d’oro” realizzato appositamente.


Al momento quanti mattoni siete riusciti a vendere?

Più o meno 350 mattoni, tutti al prezzo di 50 €. Il prezzo è fisso, sia che si tratti del capolavoro di un grande artista o giovane talento, sia che si tratti del mattone di un bambino di passaggio, perché per noi quello che conta è il gesto di solidarietà. Gli acquirenti più attenti, tra l’altro, riconosciuto il valore dei manufatti di pregio si sono già fatti una collezione importante. E’ un gioco basato sulla generosità e sull’altruismo; gli artisti che sanno del valore delle proprie opere apprezzano lo spirito “democratico” che ci mettiamo.


Avete già realizzato delle donazioni?

Sì per alcune scuole della zona terremotata, ad esempio Reggiolo e Bomporto. Spesso le sedi scolastiche ci fanno una lista e noi compriamo il materiale, mettendo online tutti gli scontrini e le fatture. La prima donazione invece la facemmo per un'Associazione nata nei giorni post sisma e con lo scopo di acquistare il mobilio per i terremotati che avevano perso la casa. Le nostre donazioni sono modeste, sono più simboliche che pratiche ma le scuole ci hanno ringraziato con calore e per noi questo è già un premio. Purtroppo dopo la prima emergenza, i riflettori tendono a spegnersi e la gente ha paura che ci si dimentichi di loro. Spesso si tratta di traumi che durano molti anni, anche tutta la vita, per chi ha subito perdite di persone care. In fondo, al di là delle donazioni e del valore artistico e umano, crediamo nella perseveranza con cui ci siamo ostinati a non dimenticare. Una caparbietà sana contro un’informazione spesso spinta verso la superficialità e il qualunquismo che poi diventa cinismo e indifferenza.


Un’ultima domanda: da dove venivano i primi mattoni? Dalle macerie delle aree terremotate?

No. Quella era la nostra intenzione ma nell’immediatezza dell’evento le macerie non potevano essere toccate. Abbiamo trovato dei mattoni inutilizzati e dimenticati in uno scantinato nel reggiano... li abbiamo presi e gli abbiamo ridato una nuova e inaspettata vita...!


A cura di Gianpaolo Bombara

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Durante la Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna è venuta a visitare il nostro stand mattonaro Sarah Murru, che ha intervistato il nostro Massimo Bonfatti per Il Giornale della Protezione civile www.ilgiornaledellaprotezionecivile.it
 
L'intervista intera può essere ascoltata a questo link:
 
Grazie alla disponibilità della redazione e tramite la nostra amica Chiara Ferretti l'intervista verrà trasmessa anche da Radio Scintilla (Ravenna) mercoledi 30 aprile alle ore 19,00 durante la puntata "La Lama". http://www.radioscintilla.it/
 
L'articolo e il file audio dell'intervista possono essere ripresi e riutilizzati su web e radio o altri media, chiediamo solo di informarci scrivendo a: 100mattoniemilia@gmail.com
 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Fonte: il Resto del Carlino - Sabato 18-05-2013

 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Fonte: il Resto del Carlino - Giovedì 09-05-2013

 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Fonte: Gazzetta di Parma - Domenica 05-05-2013

 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Fonte: IL FOGLIACCIO (periodico quadrimestrale del Club dei Ventitré) - n° 68 - marzo 2013

 

 

  

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Fonte: Gazzetta di Parma - Mercoledì 27-02-2013

 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Fonte: Libero - Sabato 23-02-2013

 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Fonte: Prima Pagina - edizione REGGIO EMILIA - Mercoledì 06-02-2013

 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Fonte: il Resto del Carlino - edizione REGGIO EMILIA - Mercoledì 23-01-2013

 

 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Fonte: http://ilgiornaledellaprotezionecivile.it/index.html?pg=1&idart=7995&idcat=1

 

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Fonte: http://www.lastampa.it/2013/01/10/italia/un-mattone-a-fumetti-per-l-emilia-del-terremoto-aNgvsuIdkoC07guGCh8saK/pagina.html

 


---------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Intervista a TRC Modena con Massimo Bonfatti

http://www.trc.mo.it/le_nostre_produzioni/?VID=C6V4HB3LBMP8&tpv=1

 

 

 

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------

Il Venerdì di Repubblica (30.11.2012)

---------------------------------------------------------------------------------------------------

Alias de Il Manifesto (03.11.2012)

Cliccando QUI trovate l'immagine leggibile dell'articolo.

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------

MANTOVA - 6 SETTEMBRE 2012

---------------------------------------------------------------------------------------------------

BONVI PARKEN (MODENA) - 23/24 GIUGNO 2012